Articoli con tag: cda

Scoperta CdA

30 OTTOBRE 2011 – IL CDA

PREMESSA

L’obbiettivo che ci siamo posti era sia quello di far scoprire ai lupi il CDA oltre il fatto anagrafico ovvero CDA cos’è? CDA perché? CDA a che serve? Rispetto al branco. Per fare questo abbiamo suddiviso l’attività in 2 momenti:

– Il momento scoperta

– Il momento “utilità”

DESCRIZIONE

1) MOMENTO SCOPERTA

All’arrivo in parrocchia i lupi mi hanno trovato ad aspettarli sulla porta dell’oratorio (visto che era una bella giornata di diluvio universale) con un elastico per mutande, chiuso a cerchio, in mano col quale ho continuato a giocherellare per un bel po’ (anche durante il cerchio d’inizio attività). Ecco diciamo che ci ho giocato fino a quando uno dei nostri lupetti (uno dei più curiosi) ha esordito con un: “Bagheera ma cos’hai in mano e cosa ci stai facendo?”

A questo punto eravamo pronti a partire…

Abbiamo raccontato loro che quando noi vecchi lupi eravamo ancora dei lupacchiotti non eravamo molto abili nella caccia e per noi zampettare qua e la nella giungla era davvero una sfida enorme…

Ma un giorno Baloo e Bagheera ci avevano portato sulle rive della Waingunga per insegnarci a cacciare e che l’avevano fatto proprio con quell’elastico…

A questo punto Ikki è arrivato con le noci di cocco (in realtà erano dei palloncini) e abbiamo detto loro che volevamo vedere quanto abili fossero loro a cacciare.

Per farlo abbiamo fatto così:

1) Divisi in due squadre col metodo dell’1,2,1,2 li abbiamo fatti mettere su due file una affianco all’altra

2) Abbiamo dato una noce di cocco a testa (palloncino)

3) Al nostro via dovevano correre verso una sedia posta dalla parte opposta del teatro (che nel nostro caso rappresentava una roccia sulle rive della Waingunga

4) Infilarsi, partendo dai piedi, il cerchio fatto con l’elastico, per poi sfilarlo dalla testa (che rappresentava le liane delle piante)

5) Trovare il modo per scoppiare il palloncino e recuperare i biglietti che c’erano nascosti dentro i palloncini

6) Tornare dalla squadra e sistemare i biglietti in due scatole… una con scritto CDA una con scritto RESTO DEL BRANCO

Finita la folle corsa abbiamo controllato insieme dove avevano messo i bigliettini chiedendo loro perché avevano messo un biglietto da una parte piuttosto che da un’altra.

A questo punto “ci siamo” accorti che i biglietti avevano diversi colori quindi i lupi si sono suddivisi in 4 squadre e ci siamo spostati in tana…

Qui il panico c’era un caos assurdo, tutto sotto sopra (e i lavori di ristrutturazione hanno collaborato molto al caos) sporco di polvere qua e la, cartelloni mezzi su mezzi giù… uno schifo!

A questo punto Akela ha spigato loro che era venuto in tana a prendere una cosa e quando è arrivato a trovato tutto sto caos.

I nostri bravi Lupi hanno prontamente reagito a sta cosa dicendo che una tana così non si poteva proprio guardare e che non era pensabile far vedere ai cuccioli nuovi un posto dove non si capiva niente di quello che c’era… Benissimo!!!! (a volte non so se siamo bravi noi a lanciargli l’amo o loro particolarmente bravi ad abboccare)

2) MOMENTO UTILITA’

Ora sapevamo cosa c’era da fare… anzi lo sapevano loro noi gli siamo solo andati dietro in fin dei conti la tana è di tutti e tutti insieme si decide che fare…

I lupi più vecchi (che sapevano dov’era il materiale per disegnare) sono andati a staccare i cartelloni, che si potevano reciclare, dal muro e li hanno portati al resto della loro squadra insieme a dei pennarelli per decidere insieme cosa farne…

Ora vi riporto brevemente il discorso delle squadre (più o meno hanno fatto tutte lo stesso ragionamento) perché davvero da solo spiega quasi tutto:

Lupo Anziano: “Bene cosa ci facciamo qua su?”

Lupo della Legge: “ma io l’anno scorso non riuscivo ad imparare i nomi dei vecchi lupi!”

Lupo della Rupe: “potremmo disegnare tutti i vecchi lupi e scriverci il nome”

Lupo della Legge: “Si!!!! Ma io disegno da schifo!”

Lupo Anziano: “io al massimo posso colorare”

Lupo Della Rupe: “Ok ho capito io che ho la specialità di pittore faccio i disegni ma voi li colorate!!!!”

Alla fine questi bravi lupacchiotti hanno sfornato 4 cartelloni…

– Promessa (perché un lupo della legge aveva fatto fatica ad impararla)

– Un bravo lupo (perché non se la ricorda mai nessuno e tutti seminano in giro il caccia quando serve)

– Cartellone dei vecchi lupi

– Legge e motto (perché per un lupo sono importanti

… e insieme ai cartelloni l’idea di un murales per coprire un pezzo di muro bianco… quello che ancora non sanno è che avevamo previsto di farlo fare al CDA…

OSSERVAZIONI

Dunque per lanciare questa caccia non abbiamo fatto particolarmente fatica anche se in un primo momento avevamo pensato ad un lancio diverso ma il brutto tempo non era d’accordo con noi… la fatica più grande che abbiamo fatto è stata quella di riadattare il lancio al teatro… quindi non un problema di 100% giungla ma un problema di spazio.

I nostri obbiettivi sono stati raggiunti, e molto meglio di come speravamo, probabilmente perché i nostri lupi hanno reagito positivamente all’ idea di non essere in un modo strano ma in un modo che conoscono e sapevano beni come muoversi. A questo proposito abbiamo potuto notare alcune cose:

1) Immediatezza: hanno capito subito cosa si “chiedeva”, quello che serviva

2) Il loro altruismo: hanno pensato ai cuccioli che sarebbero dovuti arrivare, e pensato di preparare cose che potessero servire a loro

3) Il mettersi in gioco: le idee su cosa fare e come fare sono venute fuori senza preoccupazione di cosa gli altri potessero pensare e tutti, a modo loro e in base a quello che sapevano fare, hanno contribuito sia nel gioco delle noci di cocco (su come rompere sti palloncini che non scoppiavano facilmente, o su dove mettere i vari lupi e perché) sia per i cartelloni.

4) Disponibilità: chi sapeva e sapeva fare ha messo a disposizione degli altri i suoi talenti… ho visto lupi della rupe insegnare a lupi anziani come disegnare un albero e ho visto lupi anziani dettare la promessa a lupi della legge…

Concludendo… in questa situazione il fatto che l’ambientazione fosse giungla ha contribuito notevolmente all’andamento della caccia. Tolta la distrazione di Alieni e Pirati i lupi si sono concentrati sul mondo giungla e automaticamente ha ricordato quello che era stato fatto in passato, il loro essere lupi e il vivere la giungla con tutto quello che c’è da sapere e da fare…

Basti pensare che alcuni lupi alla fine dell’attività sono venuti a dirmi che si sono divertiti, che hanno avuto la possibilità di cacciare una preda e addirittura sono volate richieste per fare Progressione e per prendere delle specialità… In pratica si sono ricordati come si caccia in branco…

La soddisfazione è stata tanta.

Annunci
Categorie: Mantova 9 | Tag: , , | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.